REDAZIONE, 06 DIC – Due cartucce e pezzi di legno sistemati a forma di croce sono stati trovati in mattinata in prossimità del portone d’ingresso dell’abitazione di via Rosmini, a Castelvetrano, di proprietà di Nicola Li Causi, 42 anni, amministratore del centro Polidiagnostico Multimedical ed ex amministratore comunale.
Nel 2016 Li Causi era stato nominato assessore dall’ex sindaco Felice Errante che gli aveva attribuito diverse deleghe tra le quali quelle alla Polizia municipale e alla Protezione civile. Sul posto sono intervenuti gli agenti del Commissariato che hanno sequestrato le cartucce e i pezzi di legno montati a forma di croce e hanno effettuato i rilievi scientifici.

Il Direttivo Regionale di Sicilia Futura nella persona del suo Segretario Organizzativo Giacomo Scala unitamente al Direttivo Provinciale di Trapani esprime la più ampia solidarietà nei confronti di Nicola Li Causi oggetto di una grave intimidazione con l’auspicio che gli autori del vile gesto vengano presto individuati ed assicurati alla giustizia, grazie al lavoro delle forze dell’ordine e della magistratura. Castelvetrano così come tutta la provincia di Trapani ha bisogno di normalità e questi gesti devono scuotere le coscienze e risvegliare l’orgoglio delle persone per bene che si ribellano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *