CASTELVETRANO, 16 APR –  Ad appena 24 ore dall’ultimo incidente stradale, la strada statale 115, tra Trapani e Agrigento, fa ancora una vittima. Un giovane di 26 anni, C.A. di Castelvetrano ha perso la vita in uno scontro frontale con un’auto su cui viaggiavano altri due giovani, di 21 e 22 anni, rimasti feriti.

L’incidente si è verificato nella nottata, intorno alle 4, lungo la Statale 115, vicino al cavalcavia che da Marinella di Selinunte conduce a Sciacca. Da Sciacca proveniva il castelvetranese. Sbandando, la sua Ford Fiesta, è finita sulla corsia opposta dalla quale in quel momento transitava una Opel Corsa su cui si trovavano due giovani di 21 e 22 anni, entrambi di Ribera, che sono rimasti feriti.

Il giovane di Castelvetrano è la quinta vittima della strada in appena tre giorni in Sicilia. Ieri sulla stessa strada hanno perso la vita altri due uomini. Per cause ancora da accertale, l’auto su cui viaggiavano, una Fiat Punto, ha sfondato il guardrail lungo il viadotto Belice, sulla statale 115, precipitando nelle campagne da un’altezza di almeno cinquanta metri.

A perdere la vita sono stati Santo Laudani, di 41 anni e Carmelo Crisafulli, di 50 anni, entrambi catanesi. Sono intervenuti i vigili del fuoco dei distaccamenti di Castelvetrano e Sciacca, i carabinieri, operatori del 118 e un medico legale.

Secondo le prime ricostruzioni lo schianto risale alla notte precedente, ma nessuno si è accorto di nulla fino a ieri mattina, quando alle prime luci dell’alba alcuni passanti hanno individuato la carcassa dell’auto allertando i soccorsi. Sul viadotto Belice da qualche tempo sono in corso lavori di messa in sicurezza, il traffico è a senso unico alternato disciplinato da un semaforo.

[ fonte:gds.it]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *