Carabinieri. Una Pasqua all’insegna della sicurezza: arresto e denunce

Quello che si è appena concluso si è rivelato un fine settimana intenso per i Carabinieri del Comando Provinciale di Trapani, nonostante le festività pasquali appena concluse.
Infatti, il 20 aprile u.s. in Mazara del Vallo, i militari della Stazione e della Sezione Radiomobile, nel corso si un servizio mirato alla repressione dei reati contro il patrimonio, svolto con la collaborazione di personale specializzato dell’Enel, hanno riscontrato numerosi allacci abusivi alla rete elettrica, opportunamente messi in sicurezza dal personale tecnico. Per tali episodi, i responsabili, ben 8 persone di cui la maggior parte gravata da precedenti di polizia, sono stati deferiti in stato di libertà all’autorità Giudiziaria competente.
In Partanna, i Carabinieri della locale Stazione, il 21 aprile u.s., hanno tratto in arresto per furto con strappo e lesioni personali, P.D., cl. 56, gravato da precedenti di polizia, per aver sottratto con violenza il telefono cellulare ad una donna per impedirle di chiamare proprio i Carabinieri cui si stava rivolgendo poiché continuamente infastidita dalla presenza inopportuna dell’uomo. Lo stesso si dava a precipitosa fuga portando con sé il telefono della vittima, non prima di aver colpito violentemente con una calcio una amica di quest’ultima, sopraggiunta per prestarle soccorso. Al termine delle immediate ricerche, che si concludevano poco tempo dopo, P.D. veniva rintracciato e, terminate le formalità di rito, dichiarato in stato di arresto e sottoposto al regime degli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

RENDA DOMENICO ANTONIO

In Castelvetrano, nella giornata di ieri, 22 aprile u.s., i militari della Sezione Radiomobile hanno tratto in arresto Renda Domenico Antonio, cl.77, disoccupato, gravato da precedenti di polizia. Lo stesso, durante un controllo di routine effettuato dalla pattuglia di servizio, perdeva il controllo aggredendo i militari, che nell’occorso riportavano una contusione ed escoriazioni varie, e indirizzando loro frasi minacciose. Il Renda, dichiarato in stato di arresto dopo le formalità di rito, si trova in attesa di rito direttissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: