Campobello.  Scoperte armi clandestine e una divisa dei carabinieri: arrestato 21enne

Nella mattinata del 3 luglio, i Carabinieri della Stazione di Campobello di Mazara hanno tratto in arresto V. G. cl 98 castelvetranese residente a Campobello di Mazara, soggetto ben noto ai militari operanti, per detenzione di armi clandestine e munizioni, ricettazione e  alterazione di armi.

I Militari dell’Arma, che da tempo seguivano i movimenti del soggetto che apparivano abbastanza sospetti, decidevano di dare luogo ad una perquisizione personale e domiciliare. Entrati nell’appartamento i Carabinieri rinvenivano oltre ad uno sfollagente ed  un’arma clandestina realizzata artigianalmente dal 21enne, anche una carabina ad aria compressa modificata per aumentarne la potenza, ma la cosa che più ha sorpreso i militari è stata il ritrovamento, all’interno di un armadio tra gli abiti da cerimonia, di una divisa modello invernale dell’Arma dei Carabinieri completa in ogni sua parte; quest’ultimo ritrovamento è costato al giovane anche una denuncia per ricettazione di equipaggiamento militare. La pericolosità delle armi detenute di concerto con l’utilizzo improprio che il giovane  avrebbe potuto fare dell’uniforme militare,  hanno portato all’arresto in flagranza di reato del soggetto.

La modifica di armi da fuoco resta una pratica estremamente pericolosa; tramite questa, è infatti possibile aumentare le capacità offensive quanto i rischi connessi al maneggio improprio di questi strumenti.

L’operato dei Carabinieri di Campobello di Mazara quotidianamente impegnati al contrasto di reati in materia di armi e materiali esplodenti,  ha quindi permesso di evitare gravi conseguenze oltre che per il giovane, anche per la comunità tutta.

2 pensieri riguardo “Campobello.  Scoperte armi clandestine e una divisa dei carabinieri: arrestato 21enne

  • 5 luglio, 2019 in 13:16
    Permalink

    Ma da un giornalino omertoso che i può pretendere?

    Risposta
    • 5 luglio, 2019 in 14:49
      Permalink

      Non capiamo il termine “omertoso” a che proposito?

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: