Campobello: La Commissione Straordinaria promuove azione legale contro Belice Ambiente

Il Presidente della Commissione Esther Mammano
Il Presidente della Commissione Esther Mammano

Secondo la Commissione, da una prima lettura degli atti di bilancio relativi all’esercizio finanziario 2012 predisposti dalla Belíce Ambiente s.p.a. e sottoposti all’approvazione dell’Assemblea  dei  soci, emergono una serie di elementi che rivelano una cattiva gestione economica – finanziaria posta in essere dalla società d’ambito.

CAMPOBELLO, 16 LUG – I rapporti tra la Commissione Straordinaria che gestisce la vita amministrativa del comune di Campobello di Mazara, socio dell’ATO TP2 e Belice Ambiente, si incrinano sempre di più. Dopo una serie di contestazioni  sollevate dai Commissari, relative alla scarsa qualità del servizio ricevuto, l’attenzione della Commissione si appunta ora sulla gestione finanziaria della società in liquidazione ritenendo che gli amministratori della Belice Ambiente s.p.a. non abbiano adempiuto, negli anni, ai doveri ad essi imposti dalla legge e dallo Statuto con la diligenza richiesta dalla natura  dell’incarico e dalle  loro specifiche competenze, pregiudicando irreversibilmente l’andamento della Società  che presenta una notevole esposizione debitoria non solo nei confronti del Comune di
Campobello di Mazara ma anche nei confronti dei fornitori e degli
istituti assicurativi e di previdenza, ecc. Che gli stessi amministratori, come è emerso da diversi sopralluoghi e verifiche effettuate da personale tecnico del Comune, hanno operato una cattiva gestione della discarica comprensoriale,con Ia II^ vasca provocando grave danno ambientale al territorio comunale. Per queste motivazioni, la Commissione ha reputato necessario conferire  ad un legale esterno,
l’avvocato Claudio Trovato con conoscenze specialistiche in materia di diritto societario, l’incarico di esaminare gli atti di bilancio 2012
al fine di verificarne la loro illegittimità e la loro lesività  degli interessi dei soci e della società e proporre  eventualmente la loro impugnazione nonché  indicare all’ Amministrazione Comunale le azioni più opportune da promuovere nei confronti degli amministratori della società, succedutesi nel  tempo, al fine di  richiedere loro il risarcimento dei danni subiti dal Comune di Campobello di Mazara come socio. Nonché di  valutare I’opportunità di proporre all’assemblea dei soci un’azione di responsabilità nei confronti dei citati amministratori e, in ogni caso lo studio e la proposizione delle azioni legali volte alla tutela degli interessi dell’Ente nei confronti della Belice Ambiente S.p.A..

scritto da V.L. – redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: