Arrestato re del caporalato in Italia: “Gestiva 1200 schiavi extracomunitari da Foggia a Rosarno fino a Campobello”

“Grande vittoria per i braccianti delle campagne e per la lotta al caporalato: è stato arrestato nei pressi di Palazzo San Gervasio (Pz) Abdelkarim Mousai, il re del caporalato in Italia e in Europa”. Ad annunciarlo è Yvan Segnet dell’associazione “No Cap”.

“Karim operava da anni tra Nardò, Foggia, Palazzo S.G, Metaponto, Cassibile, Eboli, Castel Volturno, Mondragone, Campobello di Mazara, Rosarno – ha spiegato -, gestiva e controllava un mercato di schiavi extracomunitari di circa 1200 persone”.

(Nella foto: Abdelkarim Mousai)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: