ALCAMO: AGGREDISCE CARABINIERI PER SOTTRARSI AL CONTROLLO

ARRESTATO  PREGIUDICATO ALCAMESE

 DEL GIUDICE GIUSEPPE 18.08.1977 con logo

ALCAMO, 15 FEB – Nell’ambito di un servizio di controllo del territorio, una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile del Comando Compagnia Carabinieri di Alcamo, ha proceduto all’arresto per violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale, guida in stato di ebrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, di un cittadino alcamese, Del Giudice Giuseppe, classe 1977, disoccupato, già con numerose vicissitudini giudiziarie alle spalle.

La notte del 14 febbraio,  mentre i militari dell’Arma stavano effettuando un servizio di perlustrazione del territorio per le vie del centro, nei pressi di Piazza Renda, notavano un’autovettura il cui incedere appariva immediatamente sospetto.

Intimatogli l’alt, il conducente tentava una fuga a bordo del veicolo interrotta dai Carabinieri dopo un breve inseguimento.

Dai primi accertamenti emergeva subito che l’auto non aveva copertura assicurativa  e che il conducente era alla guida del veicolo senza patente in quanto revocatagli tempo per una precedente infrazione.

Notando l’evidente stato di ebrezza, gli veniva richiesto di sottoporsi all’alcol test, ma lo stesso si rifiutava andando in escandescenza e  scagliandosi repentinamente, contro i militari operanti, che in pochi minuti lo bloccavano  arrestandolo. Condotto in ospedale per i conseguenti accertamenti sanitari, veniva riscontrato un tasso alcolemico nel sangue di 2,66 G/L di gran lunga superiore al limite massimo 1,5 G/L, e per lo più affettoda intossicazione da stupefacenti di tipo cocaina.Ora dovrà rispondere dell’accusa di violenza eresistenza a pubblico ufficiale, guida in stato di ebrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. I militari che con fermezza e determinazione sono intervenuti affinché il malvivente venisse bloccato e reso innocuo,  fortunatamente,  se la sono cavata solo con qualche giorno di prognosi. Nella mattinata odierna l’arrestato veniva condotto presso il Tribunale di Trapani per la celebrazione del rito direttissimo.

[redazione]

[useful_banner_manager banners=19 count=1]

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: