[Lavoro] Circa 600 precari del Comune di Alcamo rischiano di perdere il posto di lavoro

A rischio anche le proroghe dei contratti. Il segretario della Fp Cgil Vincenzo Milazzo lancia allarme occupazione 

precari 

TRAPANI, 05 MAG –  A rischio il posto di lavoro di circa 600 precari del Comune di Alcamo.  A lanciare l’allarme è il segretario della Funzione pubblica Cgil di Trapani Vincenzo Milazzo a seguito del tavolo tecnico, riunito oggi nella sala giunta del Comune, a cui hanno preso parte la Cgil, la Cisl e la Uil, il dirigente Cascio e l’assessore al personale Lidia Lo Presti. L’incontro che avrebbe dovuto affrontare l’avvio dei percorsi di stabilizzazione si è concluso, ancora una volta, con un nulla di fatto. Secondo quanto espresso dal  dirigente Cascio la situazione finanziaria del Comune non consente né la stabilizzazione delle lavoratrici e dei lavoratori né la proroga dei contratti, in scadenza il prossimo 31 dicembre.

[useful_banner_manager_banner_rotation banners=1,2,3,4,5,6,7 interval=2 width=200 height=200 orderby=rand]

Forte preoccupazione è stata espressa dal segretario della Fp Cgil Milazzo che ha registrato la “totale assenza di un programma per l’avvio delle stabilizzazioni da parte dell’Amministrazione, nonostante i ripetuti solleciti dei mesi scorsi, oltre che un chiaro atteggiamento di chiusura da parte del dirigente Cascio”. Tuttavia a margine dell’incontro l’assessore Lo Presti ha annunciato, dopo le pressioni dei sindacati, di aver bisogno di ulteriore tempo per valutare meglio la situazione. “In questo momento – ha detto Milazzo – l’unica certezza è che, in assenza di soluzioni, dal 31 dicembre i precari rimarranno senza lavoro. Nei prossimi giorni – ha concluso – convocheremo un’assemblea dei lavoratori per valutare le azioni da mettere in campo per garantire il mantenimento dei livelli occupazionali”.

redazione

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: