Strada Provinciale 51: ennesima “strada della morte”?

Dopo l’ultimo incidente mortale sulla Strada Provinciale n. 51 abbiamo sentito il Comandante della Polizia Municipale di Campobello di Mazara, Giuliano Panierino, su possibili interventi e soluzioni.

Giovedì 13 giugno, sulla Strada Provinciale n. 51 Campobello di Mazara/Tre Fontane, è accaduto l’ennesimo incidente con esito mortale su questa strada che rischia di diventare l’ennesima “strada della morte”, che assurge agli onori della cronaca per i numeri statistici relativi proprio agli incidenti stradali mortali qui accaduti. Ma quali sono le possibili soluzioni per evitare che, in futuro, accadano ancora fatti del genere. Abbiamo sentito il Comandante della Polizia Municipale di Campobello di Mazara, che da 24 anni è in servizio in questo territorio e che conosce bene la questione.

D: Comandante Panierino ma è veramente così pericolosa la Strada Provinciale n. 51?

R: La Strada Provinciale n. 51 è pericolosa come può essere pericolosa qualsiasi altra strada. Il problema non è la strada ma chi la percorre. Chi conosce la Strada Provinciale n. 51 sa che è una strada tenuta in buone condizioni, con segnaletica verticale e orizzontale presente e in perfetto ordine; proprio nelle scorse settimane il Libero Consorzio Provinciale di Trapani ha effettuato una serie di interventi ripristinando in diversi tratti il manto stradale, sostituendo tutta la segnaletica verticale e rifacendo la segnaletica orizzontale. Ecco, proprio il mancato rispetto della segnaletica e delle regole di circolazione stradale è la causa dei numerosi incidenti che accadono su questa strada.

D: Si spieghi meglio, cosa intende dire?

R: Intendo dire che gli incidenti accadono non perché è la strada ad essere pericolosa, ma perché ad essere pericolosi sono gli utenti della strada. Tutti gli incidenti per i quali siamo intervenuti sono accaduti per il mancato rispetto dei limiti di velocità, dei divieti di sorpasso o delle regole sulla precedenza. Percorro quasi giornalmente questa strada e vi posso assicurare che non è affatto pericolosa rispettando il Codice della Strada e i limiti e divieti stabiliti dalla segnaletica verticale.

D: Quali possono essere le possibili soluzioni per arginare il fenomeno?

R: In mancanza del rispetto delle regole di circolazione stradale sono le forze di polizia, sia statali che locali, che debbono intervenire, sia con interventi repressivi che con interventi preventivi. Occorre intensificare la presenza su questo tratto di strada, aumentare i posti di controllo, utilizzare strumenti tecnologi per l’accertamento delle infrazioni, come autovelox, scout speed ed etilometro. Ma, di certo, non possiamo fare tutto da soli.

D: Ritieni, quindi, che sia necessario l’intervento di altre forze dell’ordine?

R: Certamente! L’organico del Corpo di Polizia Municipale di Campobello di Mazara è sottodimensionato, specie per quanto riguarda il periodo estivo, quando la popolazione residente nel territorio aumenta considerevolmente e, di riflesso, aumenta anche la presenza di utenti della strada, soprattutto nei fine settimana. Dovremmo essere 17 ma, quest’estate, saremo solamente in 9, senza considerare le assenze per i periodi di ferie che, per contratto, debbono essere concessi. L’intervento e l’aiuto delle altre forze dell’ordine, pertanto, è necessario. C’è la presenza degli appartenenti alla locale Stazione dei Carabinieri, ma non basta: la presenza di pattuglie della Polizia di Stato e della Polizia Stradale non guasterebbe.

D: Avete in programma servizi particolari per la prossima stagione estiva? Magari mirati al controllo del traffico sulla Strada provinciale n. 51?

R: Certo, come ogni anno saranno svolti i servizi di controllo elettronico della velocità e i classici posti di controllo. Per quanto riguarda la velocità dei veicoli, oltre ad utilizzare il Velomatic 512D utilizzeremo anche, in diverse giornate, lo Scout Speed, un particolare strumento che permette l’accertamento delle violazioni ai limiti di velocità anche in maniera migliore del Velomatic. È nostra intenzione, poi, dal punto di vista preventivo, effettuare dei controlli congiunti con la locale Stazione dei Carabinieri utilizzando l’etilometro che abbiamo recentemente acquistato.

D: E per quanto riguarda il centro urbano delle due frazioni di Tre Fontane e di Torretta Granitola ci sono delle novità?

R: È già attiva la ZTL, in vigore ogni anno dal 1° giugno al 30 settembre. Le aree di sosta a pagamento saranno attive, invece, dal 21 giugno al 21 settembre. Per quanto riguarda la ZTL di Tre Fontane e l’Area pedonale di Torretta Granitola saranno attivati, nel più breve tempo possibile, tre varchi video sorvegliati, al fine di evitare accessi non autorizzati.

D: Un’ultima domanda: c’è la possibilità di aumentare l’attuale organico del Corpo di Polizia Municipale?

R: Stiamo valutando anche questa possibilità, nel limite di ciò che prevede la normativa e le risorse finanziarie disponibili. Qualora possibile, vedremo di far arrivare qualche agente di Polizia Municipale dai vicini Comuni. Nel frattempo, valuteremo l’opportunità di bandire una selezione finalizzata alla formazione di una graduatoria dalla quale attingere, a partire dal prossimo anno, personale a tempo determinato.

Ringraziamo il Comandante della Polizia Municipale di Campobello di Mazara, Giuliano Panierino, e vi diamo appuntamento alla prossima intervista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: