Annunci

Sicilia, le 22 spiagge inquinate secondo Goletta Verde: ecco quali sono

La lista dei siti dove è meglio non fare il bagno. Sui 26 punti delle coste in Sicilia monitorati da Goletta Verde, 22 sono risultati inquinati, dei quali 17 fortemente inquinati. Soltanto 4 sono risultati inquinati “entro i limiti”
Questi, provincia per provincia, i siti presi in esame dalla Goletta Verde di Legambiente.

Nove i punti monitorati in provincia di Palermo, di cui sette giudicati fortemente inquinati:
1) Palermo, allo sbocco dello scarico presso A. Diaz, in via Messina Marine;
2) Santa Flavia, piano Stenditore Lungomare, in località Porticello;
3) Bagheria, allo scarico delle acque bianche presso Spiaggia Sarello;
4) Cefalù, allo sbocco del canale sulla spiaggia presso piazza Marina, al molo di Cefalù;
5) Terrasini/Trappeto, alla foce del torrente Nocella in contrada San Cataldo;
6) Carini, alla foce dello scarico presso corso Bernardo Mattarella, località Villa Grazia di Carini;
7) Carini, alla foce del fiume Chiachea presso lo sbocco del depuratore.

Risultati inquinati, invece,
1) Trappeto, i punti alla foce del fiume Pinto, in contrada San Cataldo;
2) Terrasini, spiaggia La Praiola, località La Praiola-Lungomare Peppino Impastato.

In provincia di Agrigento tre i punti monitorati: uno è risultato fortemente inquinato,
1) Sciacca, alla foce del torrente Cansalamone in loicalità Stazzone.
A Fiumenaro, sulla spiaggia viale delle Dune, presso canale, invece, il giudizio è stato di inquinato.
Entro i limiti il punto campionato sulla spiaggia fronte torrente Re a Porto Empedocle, spiaggia di Marinella.

Quattro i punti monitorati in provincia di Catania, di cui tre fortemente inquinati, rispettivamente
1) Aci Trezza, allo sbocco dello scarico fognario inizio Lungomare Galatea;
2) Mascali,  Foce Torrente Macchia, in località Sant’Anna;
3) Calatabiano/Giardini Naxos, alla Foce del fiume Alcantara, in località San Marco/Contrada Pietrenere.
Uno il rilevamento entro i limiti, allo sbocco del canale Forcile in Contrada Pontano d’Arci a Catania.

Due i punti monitorati in provincia di Messina, entrambi entro i limiti: parliamo della spiaggia presso via IV novembre 271 nel quartiere San Giovanni a Giardini Naxos e la spiaggia presso scarico villa Crisafulli in località Spine Sante a Barcellona Pozzo di Gotto.

Fortemente inquinati i due i punti monitorati in provincia di Siracusa:
1) Siracusa, alla foce del Canale Grimaldi in località Porto Grande;
2) Augusta, alla Spiaggetta del Granatello.

Sui due punti campionati in provincia di Caltanissetta uno è risultato fortemente inquinato:
Butera, alla foce del fiume Gattano.
Solo inquinato, invece il campione prelevato a Gela, alla foce del torrente Rizzuto a Macchitella.

Entro i limiti, invece, il punto monitorato in provincia di Ragusa alla spiaggia fronte fiumara di Modica.

In provincia di Trapani tre i punti monitorati, risultati tutti fortemente inquinati:
1) Marinella di Selinunte, alla spiaggia presso lo scarico del depuratore;
2) Mazara del Vallo, alla foce del fiume Delia, sul lungomare di levante
3) Trapani, Lungomare Dante Aligheri, alla spiaggia presso pennello fronte oasi ecologica.

Il rapporto di Goletta Verde 2018 sulle coste sicilianeIl rapporto di Goletta Verde 2018 sulle coste siciliane
Ecco il rapporto completo di Goletta Verde 2018
www.rainews.it/tgr/sicilia
Annunci

Un pensiero riguardo “Sicilia, le 22 spiagge inquinate secondo Goletta Verde: ecco quali sono

  • 14 agosto, 2018 in 03:50
    Permalink

    Il solito rapporto.. annuale..del piffero ! E’ ovvio che se si fanno i prelievi alla FOCI dei fiumi dove a monte vi sono scarichi non trattati, le acque sono inquinate. Non ci vuole il genio della lampada di Aladino per capirlo . Ma nessuno va a fare il bagno alla foce del fiume oppure davanti allo scarico di un depuratore.. Per cio’ che riguarda i prelievi sui litorali essi vanno ripetuti per diversi giorni ed in differenti orari per avare un valore medio oppure un digramma di stato.. Non certo andando a riva, magari proprio ove vi è una pozza stagnante .. Insomma tutti gli anni è la solita manfrina ! Ma chi paga per la crocerina annuale ?

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: