Santa Ninfa: Il Comune nel biodistretto “Terre degli elimi”. Sottoscritto l’atto costitutivo

SANTA NINFA. Anche il Comune di Santa Ninfa ha sottoscritto l’atto costitutivo del biodistretto «Terre degli elimi» di cui è capofila Petrosino e di cui fanno parte enti locali, aziende e associazioni di quattordici centri della provincia. I biodistretti sono associazioni nelle quali agricoltori, aziende, operatori turistici e pubbliche amministrazioni operano assieme per la gestione sostenibile delle risorse locali, partendo dal modello biologico di produzione e consumo (filiera corta, gruppi di acquisto, tutto rigorosamente improntato all’agricoltura biologica). «Attori principali – precisa il sindaco Giuseppe Lombardino – sono gli agricoltori e le aziende agricole». Il sindaco sottolinea il fatto che l’agricoltura si regge oggi in buona parte grazie ai finanziamenti comunitari destinati proprio alle produzioni biologiche: «Se così non fosse – aggiunge – molti dei nostri terreni sarebbero già stati abbandonati da un pezzo». L’atto costitutivo ritiene che lo sviluppo del biologico, nelle sue diverse forme, «risulta uno dei percorsi attuabili per individuare opportunità nella direzione di un modello di sviluppo attento alla conservazione delle risorse, alla compatibilità ambientale, alla valorizzazione delle differenze locali» e, in ultimo, «alla qualità della vita». Tra gli scopi del distretto, la promozione e la diffusione del consumo di alimenti provenienti dall’agricoltura biologica «nell’ambito di un’alimentazione sana e naturale». (Nella foto le verdi campagne intorno a Santa Ninfa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: