Santa Ninfa: Emergenza coronavirus, Il sindaco Lombardino: “No allarmismi, seguire indicazioni, scuole restano aperte”

SANTA NINFA. Anche il sindaco di Santa Ninfa Giuseppe Lombardino (nella foto) ha partecipato questa mattina alla riunione in Prefettura convocata dal prefetto Tommaso Ricciardi per coordinare le misure da adottare in tema di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica legata al “coronavirus”. In provincia di Trapani non vi è alcun focolaio infettivo; scuole e uffici pubblici rimarranno quindi aperti; le pubbliche manifestazioni non subiranno restrizioni.

“In questo momento – sottolinea Lombardino – occorre rispettare le semplici regole sanitarie dettate in questi giorni. Chi proviene dalle zone a rischio è bene che rispetti una quarantena volontaria. In caso di sintomi influenzali bisogna evitare di recarsi al Pronto soccorso ma occorre mettersi in contatto col proprio medico di base per avere le indicazioni più corrette oppure chiamare i numeri dedicati alla gestione dell’emergenza sanitaria”Inoltre, qualora vi fossero cittadini che nelle scorse settimane sono stati nelle zone della Lombardia e del Veneto interessate dai focolai infettivi, questi sono invitati a comunicarlo alle autorità sanitarie locali o ai medici di base, in modo da valutare misure di quarantena volontaria nella propria abitazione anche in assenza di sintomi.

Le scuole, ha ribadito Lombardino, rimarranno aperte. Solo in provincia di Palermo si sta effettuando una disinfestazione straordinaria negli istituti scolastici; disinfestazione che a Santa Ninfa è stata effettuata nei giorni scorsi in coincidenza con il carnevale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: