Rifiuti, i presidenti delle Srr in Prefettura per la crisi del conferimento dell’organico

Catania: “I comuni torneranno a inviarne alla Sicilfert almeno 5mila tonnellate al mese. Intanto va avanti l’avviata attivazione del Polo Tecnologico di Castelvetrano”

PARTANNA. Entro l’inizio della prossima settimana la Sicilfert dovrebbe tornare a ricevere almeno cinquemila tonnellate al mese di rifiuti organici prodotti dai comuni ricompresi nelle Srr “Trapani Nord” e “Trapani Sud”. Nel frattempo procede anche il percorso di attivazione di una campagna mobile nel Polo Tecnologico di Castelvetrano che sarà possibile solo in seguito all’ordinanza del Commissario straordinario del Libero Consorzio che ha individuato la società “Trapani servizi” come ente pubblico gestore. Per il completamento delle operazioni si attende solo il parere dell’Arpa (Agenzia regionale per la protezione dell’Ambiente) perché tutti gli altri pareri sono stati acquisiti. Sono questi gli esiti dell’ultima riunione fiume che si è svolta ieri in Prefettura per risolvere la crisi del conferimento dell’organico che sta interessando i comuni del trapanese e non solo. All’incontro con il prefetto di Trapani Tommaso Ricciardi hanno preso parte i presidenti delle Srr Trapani Nord e Trapani Sud, rispettivamente il sindaco di Marsala Alberto Di Girolamo e di Partanna Nicolò Catania, oltre a un rappresentante dell’Arpa, alcuni rappresentanti della Regione siciliana, dell’Asp, della società Trapani servizi, i vertici della Sicilfert e del Libero Consorzio nella persona del commissario straordinario Raimondo Cerami e del segretario dottore Scalisi. “Dopo aver preso visione della  documentazione prodotta da Sicilfert, presente al tavolo – spiegano il primo cittadino Nicolò Catania e il collega Alberto Di Girolamo – le due Srr, a nome dei comuni coinvolti, hanno chiesto al Commissario straordinario del Libero Consorzio di Trapani di emanare un apposito provvedimento ai sensi dell’art. 191 per autorizzare il conferimento di almeno 5000 tonnellate al mese nell’unica struttura esistente sul territorio”. “Dietro le nostre richieste pressanti – continua Catania – il Libero Consorzio, acquisiti i pareri positivi dell’Asp, si è dichiarato disponibile nella emanazione dell’ordinanza di conferimento e dal canto suo il direttore regionale dell’Arpa, al termine dei colloqui intercorsi telefonicamente con il prefetto, ha assicurato che darà subito il suo parere sulla bozza dell’ordinanza. Motivo per il quale ringrazio il prefetto, il suo capo di gabinetto e gli uffici della prefettura, per l’interessamento, il costante impegno e la disponibilità a trovare delle soluzioni idonee a risolvere la crisi a vantaggio di tutto il territorio”. “Nel frattempo – conclude il presidente della Srr Trapani Sud – la procedura che riguarda il Polo tecnologico di Castelvetrano prosegue parallelamente e a breve si spera di avere l’autonomia necessaria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: