Marsala. Una nuova ordinanza obbliga tutti ad avere i mastello per la raccolta differenziata

Il Sindaco Alberto Di Girolamo: “il nuovo provvedimento è finalizzato a evitare l’abbandono indiscriminato dei rifiuti e a rendere l’ambiente più pulito e salubre” . Sono alcune migliaia gli utenti che a Marsala non hanno ancora ritirato i mastelli indispensabili per lo smaltimento differenziato dei rifiuti con il sistema “Porta a porta”.
Da qui l’odierna ordinanza del Sindaco che fa obbligo a quanti non hanno ritirato l’apposito Kit di farlo recandosi presso la sede di Energetika Ambiente in contrada San Silvestro nei giorni di mercoledì (dalle ore 14,00 alle 20,00) e sabato (dalle ore 8,00 alle 13,00) ed evitando così di incorrere nella sanzione amministrativa di 300 euro.
“Pian piano e con molti sacrifici sia dei cittadini diligenti che nostri stiamo aumentando la percentuale di differenziata che si agira adesso sul 70% – precisa il Sindaco Alberto Di Girolamo.
Da quando abbiamo avviato il nuovo metodo del “porta a porta”, l’incremento di differenziata è stato consistente anche se abbiamo dovuto fronteggiare gravi problemi fra cui quello dello smaltimento della parte organica, poiché i Centri sia in Sicilia che in Italia sono pochi e per la stragrande maggioranza
praticamente saturi, e quello delle micro discariche a cielo aperto. Per ovviare a quest’ultimo problema abbiamo intensificato i controlli, anche con l’ausilio di telecamere e fototrappole con buoni risultati. Dai controlli effettuati è, inoltre, emerso che alcune migliaia di utenti non hanno ancora ritirato gli appositi kit di mastelli muniti di banda magnetica. Tutto questo (cioè uno smaltimento improprio dei rifiuti)
contrasta con le prescrizioni già emanate sulla raccolta differenziata, incidendo in maniera negativa sull’efficienza, sull’efficacia e sulla economicità del servizio ma anche sul decoro urbano, sulla salubrità dell’ambiente e dell’aria e sulle condizioni igienico-sanitarie del territorio. Da qui il nuovo provvedimento con un invito agli inadempienti a mettersi in regola nel più breve tempo possibile per non incorrere in sanzioni”.
Nello specifico l’ordinanza impone ai cittadini residenti, domiciliati e/o dimoranti e a tutte le attività produttive di qualsiasi genere di provvedere, qualora non lo avessero già fatto di ritirare gli appositi Kit di mastelli presso Energetica Ambiente. Per chi non lo farà scatterà la sanzione amministrativa di 300 euro ed in caso di reiterata inosservanza anche la denuncia all’Autorità Giudiziaria. Per i titolari e/o gestori delle attività produttive inadempienti sarà anche disposta la chiusura immediata dell’attività che perdurerà fino alla regolarizzazione della propria posizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: