Marsala. Proseguono le iniziative per le Giornate della Memoria e del ricordo

Ieri Bruno Maida ha incontrato i liceali e la cittadinanza per parlare di Shoah e di bambini

REDAZIONE, 29 GEN – “Con gli occhi dei bambini: Shoah e Infanzia”, è stato questo il tema su cui si sono articolati i due incontri di ieri che hanno avuto come relatore il professor Bruno Maida, ricercatore di Storia contemporanea presso il Dipartimento di Studi Storici dell’Università di Torino.

Due momenti, quello al mattino con gli studenti degli Istituti Superiori e quello pomeridiano con la cittadinanza, che sono stati particolarmente toccanti e che hanno fatto capire come dalla memoria si debba trarre spunto per educare le nuove generazioni ad aborrire le nefandezze e le atrocità perpetrate dai nazisti durante il secondo conflitto mondiale in danno degli ebrei e, fra questi, di centinaia di migliaia di giovani e bambini, trucidati nei campi di sterminio al confine fra la Polonia e la Germania.

Agli incontri, oltre al sindaco Alberto Di Girolamo, hanno preso parte gli Assessori Clara Ruggieri (politiche culturali) e Anna Maria Angileri (politiche giovanili e pubblica istruzione); nonché il professor Giorgio Scichilone dell’Università di Palermo e Direttore della Summer School, che ha dialogato con il suo collega torinese, Bruno Maida.

Nel corso dell’incontro è stato letto un messaggio della senatrice Liliana Segre, sopravvissuta all’Olocausto, e che non è potuta intervenire all’incontro di ieri per altri impegni istituzionali.

Le iniziative promosse dall’Amministrazione Di Girolamo, dopo la rappresentazione teatrale dello scorso 24 gennaio e dopo gli incontri di ieri, proseguiranno il 7 febbraio prossimo – alle ore16,30 – allorquando al Complesso San Pietro si terrà la presentazione dell’iniziativa “Il Treno della Memoria” e l’inaugurazione della Mostra fotografica sulla Shoah a cura degli studenti delle scuole medie secondarie. Nell’occasione il regista e attore Giorgio Magnato leggerà alcuni brani tratti dal libro “Se questo è un uomo” di Primo Levi.

Il treno della memoria partirà il prossimo 23 febbraio e il viaggio durerà una decina di giorni. Vi prenderanno parte alcuni studenti delle scuole superiori selezionati per meriti scolastici.

Infine per la Giornata del Ricordo (l’eccidio delle foibe), martedì 12 febbraio, alle ore 9:30, al Complesso San Pietro verrà proiettato il film “Trieste Sotto 1943-1954” cui seguirà un dibattito.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *