L’Opposizione tende la mano per il bene di Campobello

Nella lunga storia di Campobello di Mazara, solo a poche generazioni è stato concesso il ruolo di difendere la salute, la libertà, la dignità del lavoro, la legalità e la pace nell’ora del massimo pericolo come stiamo vivendo oggi con l’emergenza Covid-19.

Noi come forza di opposizione non ci sottraiamo a questa responsabilità: le diamo il benvenuto. Non credo che nessuno di noi scambierebbe il suo posto con quello di qualsiasi altro popolo o di qualsiasi altra generazione.

L’amore, la fede, la devozione che apportiamo a questo sforzo, ne siamo convinti, illumineranno la nostra città e tutti coloro che la servono. E il bagliore di quel fuoco può davvero illuminare il cuore anche di chi continuamente è disilluso per come la nostra amata Campobello è ridotta.

Per chi vorrebbe far di sé stesso il nostro avversario, offriamo non una promessa, ma una richiesta: che entrambe le parti, amministrazione ed opposizione, continuano a ricercare la pace e mantenere la giusta tregua che l’emergenza del virus impone, prima che gli oscuri poteri di distruzione scatenati dalla bramosia di potere e di poltrone fagocitino tutta la comunità campobellese in una accidentale o pianificata auto-distruzione.

Verso l’amministrazione uscente quindi ci impegniamo con la lealtà di amici fedeli. Uniti, in un clima di accordo e cooperazione sono poche le cose che non possiamo fare. Divisi, sono poche le cose che possiamo fare, perché non oseremmo lanciare una sfida potente alle avversità e crolleremmo rovinosamente in pezzi.

Mai sia chiaro fin da subito che noi non osiamo tentarli con la debolezza. Noi non collaboriamo per paura, ma non dobbiamo mai aver paura di collaborare a migliorare la nostra amata Campobello di Mazara, anche a costo di straordinari sacrifici personali.

L’amore e la devozione per la nostra città devono quindi tenere in conto sempre tutto, come sa bene anche l’amministrazione uscente. Quest’ultima non deve mai dimenticare le proprie responsabilità verso i cittadini, come il buon padre di famiglia verso i propri figli; e da buon padre di famiglia non può chiedere al proprio figlio di stare attento a dove mettere i piedi lungo la strada, perché sa benissimo che suo figlio seguirà i suoi passi. Dal nostro punto di vista non si possono chiedere continuamente sacrifici al popolo campobellese se prima non diamo un esempio personale. In altri termini noi siamo convinti che se non possiamo aiutare i molti che sono poveri, non dovremmo nemmeno salvare i pochi che sono ricchi.

Per questo motivo continuiamo a chiedere con fermezza fin da ora di provvedere alla riduzione delle indennità di carica dell’AMMINISTRAZIONE , SINDACO, GIUNTA E Consiglieri. E non possiamo esimerci dal pensare perché questa amministrazione non abbia ancora estinto il debito di gratitudine verso i propri cittadini, come da tempo richiediamo e come già tanti sindaci ed amministratori del comprensorio hanno fatto. Provvedimento oggi ancora ora più che mai urgente e sul quale non negozieremo mai.

A prescindere chiediamo anche di adottare fin da adesso diverse misure a sostegno di tutti i cittadini di Campobello di Mazara, quali

– differire rispettivamente al 31 luglio e 30 agosto 2020 la data di scadenza della prima e seconda rata della TARI dell’anno 2020

– differire al 20 luglio 2020 il pagamento del COSAP relativo a tutte le concessioni di suolo pubblico permanenti, con esenzione dal pagamento per le mensilità di marzo ed aprile.

– differire al 20 luglio 2020 il COSAP relativo alle concessioni di suolo pubblico temporanee afferenti al mercato e agli ambulanti, sia per gli operatori che optano per il pagamento in un’unica soluzione sia quelli che si avvalgono del pagamento rateale

– differire al 31 luglio 2020 la scadenza dell’imposta sulla pubblicità dell’anno 2020

– differire l’invio delle bollette relative al canone idrico relativo al primo semestre dell’anno 2020 dopo il 1 luglio 2020 e di quelle a saldo dell’anno 2020 al mese di dicembre 2020

– esentare dal pagamento delle quote contributive relative ai servizi di asilo nido e mense scolastiche già per il mese di marzo 2020 ed aprile oltre che per l’intero periodo di sospensione del servizio per disposizione delle Autorità. Le aliquote già versate per il mese di marzo saranno compensate con le mensilità successive e/o rimborsate.

Queste ed altre soluzioni aiuteranno la città e saremo pronti a fornire sempre preziosi suggerimenti, in modo costruttivo ed utile come da nostro costume. 

E voi concittadini, non abbiate paura a chiedere a noi gli stessi livelli elevati di forza e di sacrificio che noi chiediamo a voi. Con la coscienza pulita come unico premio, con la storia come giudice finale dei nostri atti, continuiamo a lavorare per la terra che amiamo, chiedendo a voi la vostra benedizione e il vostro aiuto.

L’amore che abbiamo verso la nostra città impone da parte nostra un sempre maggiore impegno per la creazione di un nuovo sforzo, non per un nuovo equilibrio di potere, ma per un nuovo mondo di legge, dove il forte sia giusto e il debole sicuro.

Questo nuovo sforzo però non sarà ultimato nei prossimi dieci giorni. Cosi come non lo sarà nei prossimi cento; né sicuramente nella residua vita di questa amministrazione; forse non lo sarà nemmeno nella Nostra. Ma cominciamo. Perché noi non dimentichiamo che solo nelle vostre mani, concittadini, più che nelle nostre, riposeranno il successo finale o il fallimento di questo nobile nostro proposito.

Il gruppo Politico Insieme per Campobello

F.to Gaspare Passanante; f.to Sabina Lazzara; F.to Maria Tripoli; f.to Rosaria Stallone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: