L’Aquila, conclusa la 25°edizione del Concorso Enologico Internazionale “La Selezione del Sindaco”

REDAZIONE, 31 MAG – E’stata la città de L’Aquila ad ospitare la 25°edizione del Concorso Enologico Internazionale “La Selezione del Sindaco” che si è svolta dal 26 a 28 maggio. Un concorso che quest’anno,nell’individuare il capoluogo abruzzese quale sede del concorso, ha assunto una valenza simbolica contribuendo con spirito di solidarietà alla rinascita lenta ma costante di un luogo simbolo che dopo il sisma del 6 aprile 2009 intende rilanciare l’economia locale anche attraverso il ripristino della vocazione vitivinicola di qualità e lo sviluppo di un turismo enogastronomico importante.

Il concorso, autorizzato dal Ministero delle Politiche Agricole e organizzato dall’Associazione Città del Vino che aggrega 450 Comuni in Italia e un migliaio in Europa attraverso Recevin, presenta interessanti peculiarità permettendo la partecipazione ai vini appartenenti a piccole partite (minimo1.000 massimo 50.000 bottiglie) prodotte nei comuni di riferimento e inparticolare a quelli ottenuti da vitigni autoctoni, vini passiti, vini maturati in argilla e produzioni di qualità delle cantine sociali appertenenti alle categorie Docg, Doc e Igt.

Oltre 1100 i vini in gara tra biologici, passiti, autoctoni, spumanti, liquorosi ecc. che hanno impegnato, durante i tre giorni, le commissioni di degustazione composte da oltre 80 commissari provenienti da varie parti del mondo che, nel rispetto delle regole dettate dall’OIV (Organizzazione internazionale della Vite e del Vino) hanno condotto l’attività di degustazione e determinato l’assegnazione delle Medaglie d’Oro e d’Argento ai vini ritenuti tra i migliori.
A loro sono andate 16 Gran Medaglie d’Oro, 108 Medaglie d’Oro e 215 Medaglie d’Argento.

Tra i premiati con le Gran Medaglie d’Oro, i grandi vitigni italiani prodotti con uve Negroamaro, Montepulciano, Gaglioppo, Raboso, Zibibbo e Corvina ma anche tre vini portoghesi.
Ad occupare la prima posizione con 94,50 punti su 100, è risultato il miglior Vino del Sindaco una tipologia pugliese prodotto a Novoli in provincia di Lecce: il Falco Nero Salice Salentino Riserva 2009 ottenuto da uve negroamaro e prodotto dalle Cantine De Falco.
Due vini, uno siciliano e l’altro pugliese,hanno conquistato la seconda posizione con 94 punti su 100: Arbaria Passito di Pantelleria Dop 2011” dell’azienda Vinisola di Pantelleria in provincia di Trapani e “Rivo di Liandro Salice Salentino Doc Riserva 2012” prodotto dalla cooperativa dei produttori agricoli di San Pancrazio Salentino in provincia di Brindisi.

Al primo posto tra le 108 Medaglie d’Oro con 91,80 su 100 punti è il Clematis Igt Colline Pescaresi 2011, un vino dolceottenuto da uve Montepulciano e prodotto in Abruzzo dall’azienda agricola Ciccio Zaccagnini.
Al secondo posto tra gli Ori un vino portoghese, il Venanzio da Costa Lima Moscatel Reserva Doc Setubal 2008.

Invece tra le 215 Medaglie d’Argento si è affermato al primo posto con 86,80 su 100 punti il Morellino di Scansano Docg 2012 della cantina Conte Guicciardini Castello di Poppiano.

Particolare interesse hanno riscontrato i vini siciliani che sono stati valutati durante il concorso. Tra questi il ZAFARANA Igt Terre Siciliane 2015 Biologico ottenuto da uve Inzolia e prodotto dall’azienda vitivinicola Di Legami di Castellammare del Golfo in provincia di Trapani che è stato l’unico ad ottenere il massimo riconoscimento dal concorso portando a casa una Gran Medaglia d’Oro (92.60 su 100 punti). Agli altri vini siciliani sono andati 12 Medaglie d’Oro e 8 Medaglie d’Argento.
Discreto successo ha avuto la DOC MARSALA, la più antica tra le denominazioni dell’isola, che mette in portafoglio 2 Medaglie d’Oro e 2 Medaglie d’Argento, quest’ultime conquistate dall’azienda INTORCIA. Tra i vincitori c’è anche la Cantina Sociale di Petrosino che con il Shiraz Igp Terre Siciliane 2012 vince la Medaglia d’Oro confermando la tendenza delle cantine sociali a crescere continuamente sul fronte delle produzioni di alta qualità.

“Con la realizzazione del concorso internazionale a L’Aquila, l’Associazione intende contribuire a mantenere viva l’attenzione sulle problematiche che ancora permangono dopo il terremoto e dare un segnale di come attraverso la viticoltura di qualità sia possibile rilanciare un’area con forti vocazioni anche enoturistiche – commenta il direttore di Città del Vino, Paolo Benvenuti.

La premiazione delle aziende, alla presenza dei Sindaci delle Città del Vino, avverrà come ogni anno a Roma, nei primi giorni di luglio, nella Sala della Protomoteca in Campidoglio.

di Massimiliano Barbera

[useful_banner_manager banners=11 count=1]

2 pensieri riguardo “L’Aquila, conclusa la 25°edizione del Concorso Enologico Internazionale “La Selezione del Sindaco”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: