Johnny, vagabondo ma non troppo …… non c’è più

canuzzo morto

CAMPOBELLO, 12 FEB – Potrà sembrare strano ma con Johnny si era creato un rapporto speciale che con le persone non si riesce proprio. Johnny non abbaiava praticamente mai…al massimo tre versetti la mattina quasi ad avvisarmi che era arrivato in spiaggia. Con Johnny eravamo in perfetta sintonia…e si mantenevano comunque le distanze ma bastavo 1 sguardo. Johnny pare essere morto un po’ di ore fa (in base alla foto pare proprio lui) investito da un’auto. Purtroppo si dirà è la fine che fanno i randagi. Ma non l’aveva chiesto lui di diventare randagio, ci è strato costretto e ci è nato randagio come tanti altri cani per colpa di persone ignobili capaci di sbarazzarsi di un animali quando inizia ad essere impegnativo. Ignobili tanto quanto chi può fare e non fa. Tanto quanto chi fa discorsoni e perde inutilmente tempo e come al solito non fa. Tanto quanto chi recita a soggetto, fa discorsi strappalacrime e non fa. Tanto quanto chi urla, si dispera solo per mettere il culo sulla sedia. Beh di culi sulle sedie ce ne sono fin troppi, di fancazzisti strapieno. Grazie a quell’ immobilismo per meglio dire fancazzismo (perché rende meglio l’idea) che Johnny è morto. E tanti altri Johnny moriranno, provocheranno incidenti, spargeranno malattie e parassiti. Perché è ora che ci si renda veramente conto, che ci si dia una svegliata, che il fenomeno del randagismo va arginato. Basta con le boutade! L’anno scorso fu da barzelletta: (http://www.campobellonews.com/…/affidato-il-servizio-di-ca…/): 9.200 euro per sterilizzare 43 cagne per 17 giorni….a parte la cifra che ci si sterilizzavano i cani di 3 paesi messi assieme….ma dico io ci sono anche i cani maschi!!! La cosa più grave però è che nessuno abbia pensato di presentare un progetto per la realizzazione di un canile (cifra più o meno sui 250 mila), adducendo sempre il solito ritornello: “le casse sono vuote”….A questa cosa rispondo: un par di palle!!! Sarebbe bastato presentare un progetto in tempo utile (cosa ci stanno a fare dirigenti ed assessori se non per amministrare e mantenere in modo decoroso un paese….solo per la foto di rito del Carnevale, di quattro banchetti e via) e forse si sarebbero intercettati i soldi della regione e della Ue per la realizzazione.
Badiamo bene però, non tutta la colpa si può addossare a chi attualmente amministra. Gran parte va anche a quella parte che siede in consiglio che si suole chiamare opposizione. Mai visto (a meno che non sia informata a dovere, il che aver tenuto all’oscuro una candidata nello stesso gruppo ritengo sia molto grave…e non si tiri in ballo che abito lontano…esiste Internet oggigiorno) da parte dell’opposizione presentare un progetto del genere. Perché se fosse stato presentato ed ovviamente non fosse passato, dandosi da fare si poteva arrivare più in alto di una semplice giunta di paese. Tutto ciò me la dice lunga su come non si debba fare opposizione.
Già ero scandalizzata nel vedere cumuli di rifiuti (basta con le menate sull’Ato…è solo una scusa), nel vedere topi girovagare qua e là quasi fossero degli acrobati, la parte ovest “mangiata” via via dalla sabbia e dal mare, schifezze di ogni genere abbandonate vicino ai cassonetti talvolta incendiati….e ora la morte di Johnny….beh mi rende ancora più determinata nel voler combattere affinché certe schifezze non facciano più bella mostra di se….a combattere (anche da sola) contro l’incoscienza, gli attori della politica, i falsi benpensanti ed i “signor sì”…perché quando comprerò casa e coltiverò il mio uliveto non voglio vedere un solo sacchetto di immondizia in giro, un solo cannuzzo abbandonato, un solo topo girovagare….
P.S.: Ucciso di proposito o malauguratamente….di Johnny ce ne saranno sempre.

elena manzinidi Elena Manzini

8 pensieri riguardo “Johnny, vagabondo ma non troppo …… non c’è più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: