Inarrestabile l’impegno del Lions Club “Fata Morgana” di Mazara del Vallo

Sotto la guida del Presidente Dott. Giuseppe Marino continua a servire la comunità.

Importantissime iniziative hanno, infatti, occupato i soci del prestigioso club. Per citarne alcuni cominciamo con la visita che il 26 aprile scorso, il Presidente e il segretario del Club dott. Francesco La Varvera, in compagnia del parroco della chiesa Madre di Campobello di Mazara Don Nicola Patti, del Funzionario direttivo della Sovrintendenza di Trapani Figuccio Bartolomeo e dell’Istruttore direttivo Guastella Tommaso, hanno fatto a Misilmeri, nei laboratori del restauratore, per la verifica dei lavori di restauro del crocifisso ligneo opera di Fra’ Umile da Petralia. Si ricorda che questa opera di restauro è stata resa possibile grazie al contributo del Lions Club “Fata Morgana” con i proventi ricavati dal concerto di beneficenza di Giuseppe Anastasi del 10 agosto scorso presso il Baglio Florio di Campobello di Mazara. Grande emozione e tanta soddisfazione per gli interventi attuati e per i particolari emersi che saranno resi pubblici a lavori ultimati.

In perfetta sintonia con quanto riportato nella legge Gadda contro gli sprechi alimentari, il club ha festeggiato l’appena trascorsa Pasqua all’insegna della solidarietà donando un frigo alla Caritas di Campobello di Mazara omaggiato dalla generosa ditta Catalano Mobili di Mazara del Vallo. Il “Frigo Solidale” è, infatti, uno tra gli interventi a sostegno del territorio e degli indigenti, pensato per favorire la cultura del dono, del foodsharing e della condivisione degli alimenti. I cittadini in difficoltà potranno così prendere del cibo dal frigorifero, mentre altri potranno lasciarlo, senza alcun obbligo, affinché anche tutti possano usufruire della stessa possibilità.

Ma non finisce qui, perché i Lions vedono lungo e continuano a partorire idee per il sociale in collaborazione con i grandiosi coach della Vocal Accademy Silvia Mezzanotte e Riccardo Russo con i quali stanno lavorando ad un progetto che vedrà la luce nelle prossime settimane.

Il Progetto “In fuga dal glutine”, realizzato presso l’I.C. Pirandello di Mazara del Vallo in collaborazione con il responsabile Francesco Marino e la dietista Rosanna Ruggeri, ha avuto come obiettivo quello di offrire agli insegnanti delle scuole dell’infanzia e della primaria uno strumento utile per trasmettere agli alunni concetti nuovi, ma quanto mai attuali, concernenti la celiachia el’educazione alla diversità alimentare e culturale, intesa come risorsa e ricchezza.

“Viva Sofia: due mani per la vita” è un service del Multidistretto Italy del Lions Club International che ha lo scopo di fornire conoscenze e procedure utili a salvaguardare la vita in attesa del personale del 112/118, insegnando le manovre di disostruzione e le manovre di rianimazione di base, oltre a elementi di primo soccorso e all’utilizzo del defibrillatore. Tale service ha preso spunto da quanto accaduto realmente a Sofia, una bambina di Faenza che si stava soffocando con un gamberetto e che è stata salvata grazie al pronto intervento della madre con le opportune manovre imparate durante un corso organizzato dal Lions club Faenza e Valli Faentine. Per il secondo anno consecutivo il Lions Club “Fata Morgana” ha deciso di entrare nelle scuole con il progetto “Viva Sofia” ed incontrare,questa volta, gli insegnanti e i genitori del 3° Circolo didattico di Mazara del Vallo e dell’I.C. “L. Pirandello” di Campobello di Mazara. L’evento ha riscosso un grande successo in entrambe le scuole grazie alla numerosa e attenta partecipazione di insegnanti e genitori e alla disponibilità dei rispettivi dirigenti che hanno aperto le porte al service.

Mary Gancitano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: