[Il Punto] QUANDO BIO FA RIMA CON CARTA

cartoni

di Elena Manzini

REDAZIONE, 09 MAR – E’ l’Oman a portare avanti una ricerca tramite la Sultan Qaboos University (finanziato sino al 2017)  per la produzione di biocarburanti e bioplastiche da rifiuti di carta. Una parte importante dei rifiuti urbani in in qualsiasi parte del mondo è composto di carta. La ricerca proposta è un tentativo unico e stimolante per gestire la quantità crescente di rifiuti di carta,  preoccupazione ambientale e della salute in tutti i paesi.

Trattasi dell’ “isolamento e identificazione di cellulosa prodotta da batteri termofili e la sua potenziale applicazione in bioconversione di carta straccia’. Le migliaia di tonnellate di carta prodotte potrebbero essere utilizzate come fonte primaria per la produzione dell’enzima cellulasi capace di degradare rifiuti di questo tipo. La cellulosa, molecola dall’elevato peso molecolare, detta polimero,  rappresenta una delle fonti più abbondanti, nonchè una fonte rinnovabile di carbonio.

In questo studio i microbi saranno raccolti da ambienti diversi e testati per la loro capacità di produzione dell’enzima cellulasi. I migliori, quindi, saranno utilizzati per la biococonversione dei rifiuti di carta.

Il risultato di tale progetto potrebbe aprire la produzione su larga scala se utilizzato soprattutto dalle industrie e soprattutto, porterebbe alla riduzione di rifiuti oltre al sempr eminor utilizzo di carburanti e materiali derivanti dal petrolio.

Potrà apparire strano che un Paese come l’Oman tra i maggiori produttori dell’oro nero si cimenti nel finanziamento di ricerche di questo tipo. Evidenzia di certo la lungimiranza dei suoi governanti che a livello economico potrebbero rimanere tra i maggiori produttori di carburanti, stavolta bio vista la sempre minore richiesta mondiale di petrolio, mantenendo sempre la capacità di influenzare a livello mondiale il prezzo dei carburanti.

[useful_banner_manager banners=19 count=1]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: