Gibellina. La Piscina Provinciale di Gibellina, l’ impegno di “Cambiamo volto al territorio”

GIBELLINA, 14 OTT – Dopo l interessamento del Consigliere comunale di Gibellina Salvatore Tarantolo e del suo Movimento civico, la vicenda della Struttura Provinciale si arricchisce di nuovi sviluppi, infatti – afferma Tarantolo- dopo il nostro appello alle istituzioni , si va delineando sempre più la vicenda , che ha portato la struttura nell’ oblio di una Politica locale e Regionale che sempre di più, una volta eletta ,si allontana dal territorio,  senza distinzione di colore o Partito, infatti nel 2015 dopo la mia convocazione , del Consiglio dell unione dei comuni della valle del Belice e la raccolta di più di mille firme , l appello del Consiglio dell unione Belicina , viene recepito da Commissario Provinciale in carica  Ignazio Tozzo e dal Sindaco di Gibellina Rosario Fontana, dopo una riunione si decide ,sempre nel 2015, di convocare un tavolo tecnico per dare in gestione la struttura tramite i cinque comuni dell unione Belicina ,ad un soggetto terzo , con l impegno del Commissario Tozzo, che la Provincia si sarebbe incaricata di effettuare la manutenzione straordinaria, un risultato che avrebbe portato alla riapertura della struttura con una gestione privata , ma colpo di scena nel Giugno del 2015 l amministrazione Fontana non si riconferma alla guida della Città , il nuovo Sindaco è Salvatore Sutera.
La nuova Amministrazione Sutera , non tenendo conto del lavoro e dei risultati  fino ad allora ottenuti, per l avvio delle procedure che avrebbero portato alla riapertura della struttura, nell agosto del 2015 , dichiara ; stiamo lavorando ad un piano di interventi in condivisione con il Libero consorzio dei comuni che porterà, entro dicembre 2015 all inizio dei  lavori per la riapertura che è prevista nella primavera del 2016.
Il Consigliere comunale di opposizione Salvatore Tarantolo – afferma- si è volutamente abbandonare un lavoro di quasi tre anni , che avrebbe portato sicuramente, per  l impegno profuso da parte di  tutti, alla riapertura della struttura, per mettere in atto un diverso piano di intervento, che è rimasto tale , e cioè uno slogan post elezioni.
Siamo nell’ ottobre del 2018 e ancora nulla di fatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: