Election Day: Perchè no?

di Elena Manzini

election day

REDAZIONE, 26 GEN – Se si accorpassero referendum sulle trivelle e le elezioni amministrative in un solo giorno, visto che va di moda, chiamiamolo Election Day, si potrebbero risparmiare centinaia di milioni di euro dei cittadini, visto che si è in tema di spendig review nonché di contingente crisi economica.
Trattasi “solo” 350-400 milioni (bruscolini…). Ma a quanto pare il Governo Renzi (e gli accodati governanti siciliani) sembrano proprio invece decisi a farci sprecare denaro. Già il fatto di indire un referendum sulle trivellazioni è un gioco assai sporco. Voler trasformare i mari siciliani in una sorta di Texas di serie B sacrificandoli al profitto di petrolieri & C per estrarre quantitativi irrisori di petrolio e gas con evidenti ripercussioni a livello ambientale, solo dei politici ottusi potrebbero farlo, come appunto sono intenzionati. Verrebbero messi a repentaglio il paesaggio, il mare e comparti economici come turismo e pesca. Si è fatto l’Expo, si sono presi impegni a livello internazionale per salvaguardare il clima e il Governo italiano che fa? Punta sulle vecchie risorse energetiche e per giunta in una regione come la Sicilia dove si potrebbero sfruttare energie rinnovabili, i rifiuti che abbondano ovunque, tutto tranne l’energia fossile.
Ovvio che la domanda nasca spontanea: “A chi giova sprecare denaro, bucherellare i mari siciliani (a parte i petrolieri)?”

[useful_banner_manager banners=11 count=1]

Un pensiero riguardo “Election Day: Perchè no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: