Dichiarata morta dai medici, 83enne torna in vita dopo 10 ore

Secondo quanto riporta il “Daily Mail”, l’anziana si è sentita male in casa. La figlia l’ha trovata riversa a terra. I paramedici intervenuti per soccorrerla ne hanno constatato il decesso. L’elettroencefalogramma era piatto e non c’era battito cardiaco.

Dieci ore dopo, però, la donna ha iniziato a dare dei segni di vita. In particolare, il “cadavere” risultava caldo al tatto. I familiari hanno chiamato nuovamente i soccorsi e stavolta l’anziana è stata trasportata in ospedale dove i medici hanno accertato che era ancora viva.

In realtà, l’83enne versava in uno stato di coma da cui si è poi svegliata. Ksenia Didukh ha dichiarato di aver visto il paradiso e di aver sentito il padre morto molti anni fa che la chiamava.

“I miei occhi si sono aperti e ho visto delle persone in bianco in piedi intorno a me – ha aggiunto descrivendo il momento del risveglio – Pensavo fossero angeli ma invece erano dottori. Dio ha avuto pietà di me”.

Nessun medico, al momento, è riuscito a dare una spiegazione di quanto accaduto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: