Convegno a Custonaci sul turismo culturale e sviluppo locale

Si terrà a Custonaci, venerdì 14 giugno 2019 (Ore 17.30) presso la Sala Conferenze Solina Quartana (ex Stalla della Madonna) , il convegno dal titolo «I parchi letterari – Turismo culturale e sviluppo locale» . Introdurrà Fabrizio Fonte ( Presidente Centro Studi Dino Grammatico). È prevista la partecipazione di Jessica Cipponeri ( Esperta in Destination Management), Fabrizio Ferreri (Phd Università di Enna e di Milano), Gori Sparacino ( Direttore del Parco letterario del Gattopardo), Filippo Grasso ( Docente Scienze del Turismo Università di Messina), Andrea Pruiti Ciariello (Presidente Fondazione Piccolo di Calanovella) e Fulvia Toscano ( Direttore Artistico Naxoslegge).

 

Fabrizio Fonte

« In un’epoca in cui gli elementi culturali – afferma Fabrizio Fonte Presidente del « Centro Studi Dino Grammatico » – assumono sempre più le connotazioni di «risorse strategiche», i parchi letterari in Sicilia , una Terra che detiene un ricchissimo patrimonio di testimonianze di scrittori e di poeti, non potevano non trovare terreno fertile. I parchi letterari rappresentano, infatti, un progetto culturale posto all’incrocio fra il recupero dei valori identitari e quelle energie economiche e sociali in grado di trasformare dei fattori culturali in nuove forme di sviluppo territoriale. L’auspicabile istituzione del parco letterario intitolato a « Dino d’Erice » , ideato e promosso nel 2014 dal « Centro Studi Dino Grammatico » , potrebbe rappresentare di conseguenza – sostiene ancora Fonte – un ulteriore tassello nell’offerta culturale e, quindi, turistica della « città di Custonaci » . Il parco, che dovrebbe svilupparsi in diverse postazioni lungo i ristrutturati giardini comunali della cittadina collinare, riprende alcune, tra le
più significative, poesie di « Dino d’Erice » acclamato poeta fin dagli anni ‘60 del Novecento. Le sue liriche sono state pubblicate, infatti, da importanti case editrici ( Flaccovio , Sellerio , etc..) ed ha sempre ricevuto apprezzamenti di alto profilo dalla critica nazionale. Dino Grammatico (vero nome di Dino D’Erice ) promosse inoltre a Custonaci – continua Fonte – il rinomato «Premio Riviera dei Marmi» , che vide come Presidente per ben due edizioni (1967-1968) nientemeno che Lucio Piccolo ( cugino primo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa autore del Gattopardo ) oggi universalmente riconosciuto come uno dei più importanti poeti del Novecento letterario italiano. Tra i premiati, a quel tempo, ci fu anche Giuseppe Ungaretti e le case editrici Mondadori e Rizzoli andavano in libreria con la fascetta «Premio Via Alessandro Volta, 20 – 91015 Custonaci (TP) – C.F. 93069790819 Info: csdinogrammatico@gmail.com – www.csdinogrammatico.it​ Istituto per la cultura della legalità Riviera dei Marmi» . Proprio a seguito di queste considerazioni è in essere l’ipotesi da parte del « Centro Studi Dino Grammatico » – prosegue il Presidente – di sottoscrivere dei protocolli d’intesa sia con la « Fondazione Piccolo di Calanovella » (Capo d’Orlando – Messina) che con il « Parco del Gattopardo » (Santa Margherita di Belice – Agrigento), al fine di creare un percorso turistico che possa unire, all’insegna della cultura, le tre cittadine Isolane. N el 2018 le mete culturali siciliane hanno fatto registrare – conclude Fabrizio Fonte – quasi 3 milioni di turisti, ben 400mila in più rispetto all’anno precedente, con un trend in rialzo del 14% (dati del « Centro Studi Turistici di Firenze » ). I dati del 2018, quindi, parlano chiaro ovvero la cultura è un importante volano per il turismo e il desiderio dei turisti di conoscere il patrimonio culturale, anche di piccoli centri urbani come ad esempio la « città di Custonaci » , può, di conseguenza, fare da traino nella crescita delle presenze nelle strutture ricettive del territorio nel suo complesso».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: