Campobello. Rompe gli indugi e si candida a sindaco della città, il consigliere comunale di opposizione avvocato Gaspare Passanante

Dopo l’esperienza di consigliere comunale di opposizione l’avv. Gaspare Passanante scende in campo e si candida a sindaco ufficializzando il suo impegno  al servizio della comunità campobellese 

Col sostegno del movimento popolare “insieme per Campobello”  intende promuovere “un percorso di svolta e ricostruzione economica , sociale, morale, culturale e politica del paese umiliato da un’amministrazione inefficiente e orientata verso l’abbandono ed il declino e restituire alla comunità il ruolo che le compete in una logica di comune concertazione e cooperazione.

Un progetto per una Campobello solidale, democratica, sostenibile, innovativa e capace di guardare al futuro con determinazione, nel quale tutte le spinte propulsive dal basso che negli ultimi anni sono state soffocate possano ritrovare un nuovo protagonismo.

Un progetto di rinascita, basato sui punti fondamentali per uno sviluppo culturale, economico e sociale, secondo i criteri del rispetto dell’ambiente, del lavoro , del turismo  della trasparenza e della partecipazione.

Insieme per Campobello “ è un percorso aperto e autonomo che  include  cittadini che vivono il territorio, forze civiche, sociali, economiche e politiche cittadine, con l’obiettivo di costruire un progetto per le prossime elezioni comunali che sia nuovo, alternativo, all’altezza delle aspettative e che vogliono dare un netto cambio a quella che è l’attuale situazione del Comune. Un’economia devastata dove prima c’era una florida imprenditoria, un settore turistico al collasso,  un tessuto sociale ormai sfilacciato che ha fatto venir meno quei legami solidaristici che da sempre accomunano le persone della nostra terra.

“ Siamo tanti, siamo diversi, e la capacità di stare insieme per un obiettivo comune è la nostra grande sfida. Non è sempre facile, ma è ciò che ci distingue”.

 Il mio è (e sarà) un impegno disinteressato per il bene del territorio e dei cittadini che lo abitano.  Porrò al centro del dibattito temi importanti come quello del lavoro, della sicurezza,  l’ascolto delle esigenze degli abitanti ,  investire nello sport nell’agricoltura motore propulsore del paese e nel rilancio turistico delle frazioni , l’attenzione ai “piccoli”  ma anche gli anziani che devono essere assistiti, difesi e tutelati.

Il programma sarà presentato nel dettaglio nelle prossime settimane dopo avere ascoltato i cittadini per cercare di interpretare al meglio i loro bisogni e dettare le scelte strategiche.

Posso anticipare che uno dei punti focali saranno  il ridimensionamento dei costi della politica con la riduzione del 50% delle indennità di carica di Sindaco e Giunta comunale  i cui risparmi saranno destinati ad altre iniziative per la comunità, la riduzione delle imposte e tasse comunali al minimo della tariffa e l’annullamento in autotutela ove sussistono i presupposti di legge, delle multe elevate ai cittadini, in buona fede,  nel periodo di emergenza Covid 19.

Siamo aperti al confronto con i partiti, movimenti e associazioni che vogliono realmente contribuire al cambiamento. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: