Campobello. Prorogati al 22 febbraio i termini per l’erogazione di interventi finalizzati alla permanenza o al ritorno in famiglia di anziani non autosufficienti

Modulistica sul sito istituzionale del Comune

REDAZIONE, 31 GEN – L’Amministrazione comunale rende noto che sono stati prorogati al 22 febbraio prossimo i termini per la partecipazione all’avviso pubblico relativo a “Interventi finalizzati alla permanenza o al ritorno in famiglia di anziani ultra settantacinquenni non autosufficienti” emanato dall’Assessorato regionale della Famiglia e delle Politiche sociali ed erogato attraverso i comuni.

L’intervento consiste nella concessione di un buono servizio (voucher) per l’acquisto di prestazioni sociali o socio-sanitarie in favore di soggetti anziani over 75 non autosufficienti e persegue misure finalizzate al concorso delle spese sostenute dalla famiglia per la retribuzione di un assistente familiare iscritto all’albo dei badanti ed eventuali altre misure atte a favorire la permanenza o il ritorno in famiglia degli anziani quale alternativa al ricovero presso strutture residenziali.

Trattandosi di una forma di sostegno economico rivolta al caregiver familiare, la concessione del buono sarà dunque modulata secondo limiti di reddito determinati in funzione dell’Isee familiare, che dovrà avere un valore massimo di 7.000 euro. Per maggiori informazioni sui requisiti necessari e sulle modalità di partecipazione, è possibile consultare l’avviso pubblicato sul sito istituzionale del Comune all’indirizzo www.comune.campobellodimazara.tp.it.

Le istanze, corredate della relativa documentazione, dovranno essere presentate all’Ufficio Protocollo del Comune, in via Ospedale n.12, o inoltrate via pec all’indirizzo protocollo.campobellodimazara@pec.it entro le ore 13 di venerdì 22 febbraio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *