Campobello, Musiche, canzoni e sorrisi: scolari incontrano gli ospiti della Casa di Riposo

CAMPOBELLO, 07 GEN – A Campobello di Mazara, le feste di fine anno sono state occasione per lasciare che diverse generazioni si incontrassero per condividere un po’ di spensieratezza e allegria. L’idea è nata per caso. C’era voglia di fare qualcosa per gli altri. E’ bastata una riunione operativa perché Ninetta Pulaneo, Tonino Mangiaracina, la maestra Rosa Firreri, dell’Istituto Comprensivo “Pirandello – S. Giovanni Bosco”, e Giuliano Peppe Messina,dell’associazione “Anffas”, mettessero in moto la macchina organizzativa perché, nel pomeriggio della vigilia dell’Epifania, gli anziani della Casa di riposo “Rina Di Benedetto” respirassero aria di festa. Gli ingredienti: le musiche e le canzoni del gruppo musicale “Acqua & Sale” mescolate alle poesie e ai canti dei bambini della III C della scuola elementare. Ha fatto da contorno un party, con un banchetto di tartine e pizza, preparato da Ninetta, Tonino, Giuliano e Rosa e irrobustito dalle ghiottonerie zuccherose preparate dai genitori dei bambini. A incorniciare i festeggiamenti, la sfida all’ultimo numero della tombola, con omaggi a sorpresa e cotillon.
“Tra noi, avevamo più volte manifestato il desiderio di portare un po’ di allegria tra gli anziani della Casa di riposo – ha commentato Ninetta Pulaneo – e ho contattato la Madre superiora perché la nostra idea prendesse corpo. Tutto è andato come avevamo desiderato e sono felicissima per l’esperienza che ho vissuto perché ritengo che piccoli e anziani abbiano diverse affinità,visto che la differenza d’età non è affatto un ostacolo, ma un arricchimento reciproco”.
“Mi è sembrata buona idea coinvolgere i miei alunni in questa esperienza – ha detto Rosa Firreri – perché è giusto che le diverse generazioni si confrontino tra loro, si scambino sorrisi, abbracci, trascorrano momenti di tranquillità e contentezza, ascoltando voci che si mescolano, carezze e mani che si uniscono in una conoscenza profonda e reciproca che contiene il significato più profondo dell’amore verso gli altri”.

[redazione]