Annunci

Campobello. L’Opposizione: “Muore il simbolo di Tre Fontane”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Le fontanelle di Tre Fontane abbandonate al degrado, si notano coperte da erbacce e da ogni tipo di immondizia.

Per una città che “vorrebbe” valorizzare la frazione, offre ai turisti una situazione di grave abbandono delle  “fontanelle” e della “torre saracena”. Attualmente le fontane mantengono un costante flusso idrico naturale riversando in mare.

Tre Fontane prende il nome di alcune venature d’acqua che sgorgano naturalmente e defluiscono in mare.

La nostra frazione è conosciuta anche per la sua “Torre di avvistamento”, costruita nel 1585 in pietra tufacea grezza, con spigoli squadrati.

La Torre faceva parte del sistema difensivo della costa siciliana. In caso di pericolo i torrari avrebbero dovuto suonare la brogna (un tipo di conchiglia) per avvisare le altre torri e gli abitanti dell’entroterra dell’avvicinarsi di un nemico.

Impossibile elencare fatti e misfatti della gestione Castiglione: ci ha provato, ma ha fallito, in rapida sintesi, Campobello è ridotta a un girone dell’inferno.

Una politica demagogica, sotto le diaboliche scelte amministrative del Presidente del Consiglio, ha condotto la nostra città all’isolamento e ad un grave degrado,  mettendo in ginocchio qualsiasi settore economico.

Un sindaco privo di un progetto programmatico, ha fallito: il fallimento arriva anche per peccati (ne parleremo…. al prossimo comunicato) anche di omissione.

Innumerevoli sono i danni causati da questa fallimentare amministrazione che, dovrebbe, a nostro avviso, indurre tutte le forze politiche sane e i consiglieri eletti all’opposizione, a impedire il protrarsi fino alla scadenza del mandato; circostanza questa che li renderebbe devastanti ed irrimediabili.

Bisogna ridare dignità alla nostra città, restituendo la nostra zona balneare incantevole per la sua spiaggia pulita e per il mare che rispecchia il cielo sereno.

A seguito delle scoordinate azioni di questa amministrazione comunale, ci auguriamo che alcune forse politiche possano aprire una opportuna interlocuzione per un serio progetto alternativo.

Il Coordinamento  Mario Giorgi

I Consiglieri Comunali             Enza Zito –  Giacometto Gentile

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

4 pensieri riguardo “Campobello. L’Opposizione: “Muore il simbolo di Tre Fontane”

  • 17 maggio, 2018 in 22:08
    Permalink

    Fate sempre le solite tarantelle.

    Se avete una diversa soluzione ai vari problemi, portatela in consiglio, non è detto che non venga apprezzata o votata anche dalla maggioranza.

    Di certo così facendo non fate affatto il bene del paese.

    Gente seria e rispettosa della comunità, anche se di minoranza, dovrebbe portare avanti in consiglio proposte ed iniziative per il bene della comunità tutta.
    Essere un consigliere di minoranza non significa fare quello che fate voi.

    Visto che non siete in grado di fare nulla di buono per il paese, provate a VERGOGNARVI, di certo questo sarebbe un senso di RESPONSABILITÀ noi confronti di tutti noi!

    Risposta
    • 18 maggio, 2018 in 17:04
      Permalink

      Lo dici tu che non hai neanche il coraggio di firmarti ? Se Campobello e’ ridotto cosi’ e’ per colpa degli omertosi e senza coraggio come te che hanno paura a metterci la faccia per cercare di migliorare il nostro territorio.

      Risposta
  • 18 maggio, 2018 in 12:54
    Permalink

    Dico solo che la mattina vi dovreste svegliare molto presto e andare a LAVORARE sudando qualche maglietta comunque bravo MARIO

    Risposta
  • 18 maggio, 2018 in 21:57
    Permalink

    Non mi firmo solamente perché per la mia amata Campobello non posso fare nulla, anche se sarei stato davvero disposto a metterci più della faccia…

    Purtroppo, a 1700 km di distanza, puoi soltanto piangere ogni giorno la distanza che ti separa dalla famiglia e dalla tua comunità.

    Però fidati, ci sono tantissime realtà dove i consiglieri, di maggioranza e opposizione, e gli amministratori in genere, con forte spirito di sacrificio per il loro paese, sono pure disposti a rimetterci i soldi personali, di certo non vivono solo di politica e cosa principale non guardano in faccia a nessuno, non fanno differenza tra l’amico ed il comune cittadino, tutti sono uguali e nessuno viene favorito a discapito degli altri.

    Come dicevo le opposizioni non si comportano in modo disfattista come quella di Campobello, ma bensì studiano e si preoccupano di proporre una diversa alternativa da proporre per il bene del paese.

    Non so se avete mai vissuto, non per ferie o per studio, ma se avete realmente vissuto in una città del centro nord, in effetti qua non serve essere amico di nessuno… Se una cosa ti spetta non devi andare a cercare l’amico dell’amico dell’impiegato comunale, vai chiedi e se ti spetta ottieni, non devi aspettare i comodi degli impiegati in comune per una qualsiasi pratica, ecc.. Ecc

    Concludo dicendo che io amo Campobello e che farò di tutto per poter ritornare il prima possibile, anche se purtroppo è parecchio difficile, ma se mai ci riuscirò proverò a portare la mia esperienza qui al nord e tentare di fare qualcosa di buono.

    Non credere che sono il classico siciliano che giunto al nord critica la Sicilia ed arriva al punto di rinnegarla.
    Il nord non ha nulla di buono, ma nel tempo i cittadini sono riusciti ad ottenere i propri diritti, onorano i propri doveri e cosa principale non sottostando al ricatto di qualcuno per ottenere un servizio.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: