Annunci

Campobello. Donato al sindaco il libro “Atto d’Amore” di Francesco Saverio Bascio [VIDEO]

La raccolta contiene poesie dense di sentimenti e umanità, tra cui “Portami lì” dedicata a Campobello, Tre Fontane e Torretta Granitola, apprezzabile su youtube

REDAZIONE, 09 LUG – Il sindaco Giuseppe Castiglione, venerdì scorso in Municipio, ha incontrato Francesco Saverio Bascio, originario di Campobello da 22 anni residente a Carpaneto Piacentino, che ha donato al Primo cittadino il suo libro “Atto d’Amore”, una silloge di poesie attraverso cui l’autore ha voluto esprimere sentimenti, condivisione, empatia, solidarietà.

Dopo aver vissuto l’esperienza di un invalidante infortunio, avendo sofferto tantissimo, Francesco Saverio Bascio ha infatti iniziato a dedicare parte del suo tempo alle persone che vivono particolari situazioni di disagio, cercando di dar loro voce attraverso la poesia, che per lui è appunto “un atto d’amore”.

Questa sua prima raccolta di poesie, edita da Officine Gutenberg, casa editrice “print different”, che si avvale del coinvolgimento di ragazzi diversamente abili, vuole essere proprio “un dono”, un respiro d’anima pieno d’umanità, attraverso il quale Bascio ci conduce in un terreno “petroso” costringendoci alla riflessione, ad aprire gli occhi su tante realtà che chiedono attenzione e “urlano” la loro impotenza. Com’è scritto, infatti, nella prefazione a cura della poetessa e scrittrice Pasqualina Di Blasio, “l’autore racconta essenzialmente due cose: la sua terra, Campobello di Mazara, e il suo essere accanto agli altri, senza gesti eclatanti, con la convinzione che anche una goccia può far fiorire il deserto. Senza rinnegare quella che ormai è divenuta la sua residenza stabile, Carpaneto Piacentino, Bascio rende dunque onore alla Sicilia, con il suo mare, il vento, i frutti, le fatiche, gli affetti imperituri della mamma, del padre, tutti elementi che hanno intercettato la sua anima per non lasciarlo mai più».

Nei versi del libro, in circa 50 poesie, con tanta umanità, prendono forma i malati di parkinson, i poveri dentro i cartoni delle grandi città, i sopravvissuti di Auscwhwitz, le “maschere” degli omosessuali tra talco e ciprie.

Tra le poesie, in particolare, vi sono anche “Portami lì” dedicata proprio al territorio di Campobello, Tre Fontane e Torretta Granitola, vincitrice di una menzione d’onore al premio internazionale “Per troppa vita che ho nel sangue” dedicato ad Antonia Pozzi e tenutosi a Pasturo, e la poesia “E intorno le spine”, una lirica contro tutte le guerre dedicata alla città bosniaca di Zenica, teatro di atroci delitti contro l’umanità che ha ricevuto un riconoscimento da parte di Amnesty International.

Nel complimentarsi con Francesco Saverio Bascio per essersi distinto in ambito letterario dimostrando grande sensibilità artistica, il sindaco Giuseppe Castiglione invita i cittadini di Campobello «a leggere le bellissime poesie contenute nella silloge Atto D’Amore, apprezzando in particolare anche la video-poesia “Portami lì” visionabile su youtube

Annunci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: