Campobello. Amministrative comunali, FDI: le liste civiche non ci convincono 

Sono trascorsi 5 anni di vita amministrativa a Campobello di Mazara e la definirei 5 anni di pura passione.

Un Sindaco Giuseppe Castiglione, eletto con un’ampia maggioranza, che all’indomani di quel straordinario risultato, butta immediatamente le reti e colpo di scena!

Tra le maglie strette della rete incappa Gianvito  Greco con il suo gruppo consiliare. Una vera e propria egemonia da parte del primo cittadino che successivamente viene turbata a tratti dalle varie inchieste giudiziarie dove vedono coinvolti pezzi importanti della sua maggioranza (come riporta in più occasioni TP24), ma questo piccolo dettaglio lo lascio alle autorità giudiziarie, speranzosi che possano fare luce e chiarezza nel rispetto di un’intera comunità laboriosa ed orgogliosa di farne parte.

Maurizio Miceli

Sono passati 5 anni, i motori della politica locale si riscaldano, i vari gruppi politici iniziano a riunirsi per stabilire leadership e futuri assetti di governo, ma la novità di questa nuova fase elettorale è data dal fatto che tutti sono svincolati dalle loro appartenenze politiche, infatti la nuova legge elettorale per i comuni al disotto dei 15mila abitanti impone che solo le prime due liste entreranno a far parte della composizione del consiglio comunale.

A questo punto tutti abbozzano nuovi simboli di fantomatiche liste civiche dove all’interno c’è di tutto e di più. Qualche autorevole giornalista definirebbe questo metodo la prima esperienza di integrazione politica, dove nessuno guarda alle proprie origini, dove comunisti ,centristi, forzisti e anime di destra possano convivere, tutti uniti da una sola parola d’ordine “la mia poltrona non la deve toccare nessuno”. 

Ma colpo di scena Fratelli d’Italia non ci sta! Fratelli d’Italia in tutto il territorio nazionale sta imponendo la propria visione dove si pone come priorità assoluta la difesa della propria identità , FDI è pienamente convinta, e lo ribadiamo con forza, che tra un uomo di sinistra ed un uomo di destra ci sia una sostanziale diversità di vedute , di affrontare le questioni economiche di questo territorio, ci sia una sostanziale differenza di modello di vita sociale e culturale.

Rivendichiamo la nostra appartenenza al centrodestra e non consentiremo che il malaffare  si insinui

Salvatore Bascio

nella gestione della nostra città.

Campobello ha la necessità di avviare un nuovo progetto politico fatto da professionisti, da gente laboriosa, dalla società contadina , dalla imprenditorialità locale, pilastri portanti della nostra economia.

Campobello ha la necessità di una nuova visione politica che proietti questa piccola comunità verso la rinascita sociale, culturale, Campobello ha la necessità di riacquistare soprattutto dignità legale.

Allo stesso tempo facciamo appello a tutti gli uomini e donne di destra e di sani valori, a tutti i movimenti politici di destra privi di presunzioni o modelli già precompilati,  al fine di avviare un reale e fattivo confronto con l’auspicio di creare un nuovo progetto politico per rilanciare questa comunità rimasta per molti anni indietro e privata di un vero modello di progresso sociale e  culturale.

Salvatore Bascio – Il segretario  FDI Circolo FDI C/bello di M.

Maurizio Miceli – Il Segretario FDI Provinciale Trapani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: