Calatafimi Segesta: Antonino Accardo si candida a Sindaco della Città

Una piazza gremita di donne, uomini e ragazzi, ha assisto all’ufficializzazione delle candidatura a Sindaco del Professore Antonino Accardo. Doveva essere un momento in sordina ma invece moltissime le persone presenti che hanno accolto con grande entusiasmo la sua candidatura. E’ apparsa subito molto compatta, forte e generazionalmente variegata la coalizione che ha chiesto al Professore Accardo di rappresentarla. L’idea è quella di fondere assieme esperienza, idee, dinamicità, cambiamento, progettualità e concretezza, accompagnando i tanti giovani e meno giovani interessati alla politica a poter prendere in mano la propria città per insieme portarla davvero in alto.

A parlare prima del Professore Accardo l’onorevole Eleonora Lo Curto e l’onorevole Mimmo Turano.  Entrambe hanno toccato diversi punti focalizzando l’attenzione sul quanto sia importante fare squadra e sul quanto sia bella ed ancora tanto da valorizzare Calatafimi seppur negli ultimi 12 anni sono stati fatti grandi passi in avanti per la città con importanti finanziamenti arrivati e tanti da anni bloccati ma finalmente in arrivo. Sarà obiettivo loro e di questa squadra capitanata dal Professore Accardo, di cui si sentono parte, sviluppare ancora di più Calatafimi Segesta sotto diversi punti, per arginare la fuga di giovani che sta oramai sempre più dissanguando la nostra terra. Hanno altresì affermato che le porte delle Regione sono sempre aperte per chi crede in un progetto di sviluppo collettivo e nel fare squadra, a differenza di certi personaggi che sono soli non essendo mai riusciti a fare squadra con nessuno per evidenti motivi e grossi limiti.

Il Professore Accardo ha dichiarato:

“Da qualche giorno abbiamo messo mano al programma elettorale per portare avanti un programma efficiente, chiaro ma soprattutto realistico e realizzabile. Oggi non è più tempo di grandi proclami, ma di avviare dei progetti realizzabile partendo dalla conoscenza delle vere problematiche e potenzialità del territorio, tenuto conto delle tante risorse a disposizione. Questo significa concretezza e pragmatismo al posto di slogan elettorali che si dimostrano sempre irrealizzabili. Sarà possibile grazie alla forza di chi come noi ci crede ancora, grazie all’esperienza e grazie alla volontà dei numerosi giovani e meno giovani intorno a me disposti a rimboccarsi le maniche per dimostrare coi fatti quello che si può e si deve fare. 

Mia idea, e della coalizione completa, è quella di rendere tutti i cittadini parte attiva della vita amministrativa della città. Questo verrebbe fatto accogliendo tutti, lasciando la porta del primo cittadino sempre aperta e dando la mia piena disponibilità, ma non solo. Questo verrebbe fatto per la prima volta anche attraverso nuovi strumenti informatici di democrazia partecipativa che sono in fase finale di sviluppo, seguiti da un gruppo di giovani che ha deciso di mettere a disposizione della coalizione questi strumenti. Già fra 5 giorni chiunque voglia, anche i tanti giovani calatafimesi purtroppo fuori ma con il cuore qui, potrà dare il proprio contributo al programma elettorale presentando idee e/o punti da inserire. Successivamente sarà possibile altresì sfruttare la piattaforma per suggerimenti, segnalazioni, problemi o idee di sviluppo accedendo alle diverse tematiche. Uno strumento quindi che renderà qualsiasi calatafimese parte integrante dell’amministrazione: www.calatafimipartecipa.it – facebook/Calatafimi Partecipa   Altro punto che ritengo molto importante è quello inerente ai finanziamenti europei. In una situazione politico economica Regionale e Nazionale che vede da anni sempre meno risorse stanziate per i Comuni, un canale importantissimo, e fino ad ora non utilizzato al massimo per creare sviluppo e lavoro, è rappresentato dai finanziamenti europei. Da una Europa che è stata sempre brava a prendere è giusto anche ricevere, utilizzando tutti gli strumenti a disposizione per poter attingere dai quei fondi che spesso inspiegabilmente tornano indietro perché non spesi. Idea è quella di creare un gruppo di tecnici che possa concentrarsi al massimo su questa possibilità per presentare ed ottenere quanti più finanziamenti possibili. Attraverso gli investimenti si crea sviluppo e lavoro e attraverso il lavoro si solleva una città impedendo che questa si svuoti del tutto. 

Per il turismo su Calatafimi Segesta i prossimi 5 anni saranno fondamentali. Grazie a diverse opportunità e realtà da poco in essere, vi è finalmente la concreta possibilità di parlare di turismo strutturato. Grande opportunità e la finalmente autonomia del Parco Archeologico di Segesta. Con questa si formerà un consiglio direttivo ed amministrativo, della quale naturalmente il Sindaco della città di Calatafimi Segesta farà parte. Grazie a questa apertura sarà finalmente possibile mettere in essere diverse iniziative volte a fondere insieme Calatafimi e Segesta, non solo il nome, e far confluire quindi su Calatafimi migliaia di turisti. Sarà possibile grazie anche ai giovani che mi circondano, che hanno già dato dimostrazione di aver capito quale sia la via da seguire. Prima di poter fare questo però, dobbiamo rendere la nostra città ancora più turisticamente attrattiva e per farlo basta semplicemente valorizzare e ripristinare le nostre tante ricchezze, tenendo ad esempio chiese e musei aperti, creando una via dei tesori calatafimese, adottando il connubio tecnologia turismo, collaborando con le diverse associazioni ed organizzando diverse tipologie di tours.“

Altro punto sul quale si è soffermato il candidato Sindaco Accardo è stato proprio l’Associazionismo Calatafimese.

“Abbiamo assistito a qualcosa di straordinario in questi anni. Grazie al puro e immenso associazionismo, in diversi periodi dell’anno, Calatafimi Segesta è riuscita a diventare protagonista indiscussa della provincia se non della Regione. Migliaia i visitatori che hanno affollato Calatafimi grazie agli eventi organizzati dalle diverse associazioni e migliaia i complimenti ricevuti. 

Ma non solo eventi. Anche nel sociale, nelle problematiche giovanili e familiari abbiamo visto tanti esempi e modelli da seguire. Diverse associazioni che con grande spirito di sacrificio e immensa forza sostengono i più deboli e i portatori di handicap. Gruppi di persone che rappresentano esempio di vita e grande moralità.

Altro grande esempio sono i nostri anziani. Hanno saputo organizzarsi e ritagliarsi un loro grande spazio che riesce ad inglobare i più giovani creando fantastiche giornate all’insegna del sano divertimento e grande spensieratezza. Con loro è un diventare ragazzi cresciuti. 

 Associazioni naturalistiche che con grande impegno, dedizione e lungimiranza hanno reso il nostro bosco un punto di riferimento regionale per attività di diverso genere. Realtà da premiare ed aiutare a crescere sempre di più. Nemmeno il fuoco ha piegato la volontà di questi calatafimesi rinati dalle ceneri come una fenice. 

Anche per gli amici animali l’associazionismo calatafimese è un modello da seguire. Esistono grandi realtà nella nostra piccola città che, con pochissimi fondi e senza chiedere nulla in cambio, salvano, curano e fanno adottare in tutta italia centinai di animali indifesi.

Ed ancora associazioni sportive, associazioni teatrali, associazioni a difesa dell’ambiente, associazioni culturali. A tutte queste realtà dico grazie e avranno sempre la mia piena disponibilità qualora Sindaco, ma anche da semplice cittadino, per essere aiutate il più possibile. Tante sono le cose da fare e i punti ancora da toccare e ci sarà modo di poterne parlare. Spero che la cittadinanza tutta possa unirsi al nostro concreto progetto per farlo diventare il progetto di una città intera che ha bisogno, e ha voglia di volare alto.”

[fonte: comunicato]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: