Al Tindari Rally iscritti tre cifre e tante vetture di vertice

Cresce col passare delle ore l’attesa per l’edizione numero cinque della gara organizzata da CST Sport. Armaleo, Casella, Galipò, Lo Cascio, Pollara, Profeta, Riolo, tra le presenze confermate. Sabato 16 novembre Shakedown, verifiche e start dal lungomare di Patti

Iscritti a tre cifre per il Tindari Rally, la gara organizzata da CST Sport, che completerà il Campionato Siciliano e che si appresta ad entrare nel vivo sabato 16 e domenica 17 novembre con partenza e traguardo sul lungomare Zuccarello di Patti Marina.
Quota 115 adesioni pervenute alla CST Sport, con tanti nomi di spicco e diversi candidati ai vertici della classifica assoluta ed altrettanti in lotta per i punti decisivi della serie regionale promossa dalla Delegazione ACI Sport Sicilia.

Sono ben 6 le vetture della classe regina nazionale, tutte Skoda Fabia R5. Riflettori puntati sul palermitano Salvatore (Totò) Riolo, il driver di Cerda portacolori del sodalizio organizzatore, che ha firmato le prime tre edizioni della competizione messinese nell’edizione d’esordio del 2015, poi 2016 e 2017, classificandosi 2° lo scorso anno, sempre sulla Skoda della Pool Racing. Per il tre volte vincitore della Targa Florio, sulle strade che gli sono particolarmente care torna sul sedile di destra Maurizio Marin, il professionale navigatore di Termini Imerese che con Riolo ha condiviso tante vittorie. Direttamente dal Campionato Italiano Rally arrivano due giovanissimi palermitani: Marco Pollara e Alessio Profeta. Pollara, due volte tricolore Junior e 2 ruote motrici, 23enne di Prizzi, sarà affiancato dal bravo pattese Rosario Siragusano, mentre il sempre più convincente Profeta, reduce dal successo al Rally Valle del Sosio, avrà al fianco il co-driver di origine messinese Sergio Raccuia. Dopo il successo al Rally Cefalù Corse di inizio stagione passa alla vettura di classe regina la giovane rivelazione nissena Salvatore Lo Cascio che sarà come di consueto navigato dal concittadino Michele Castelli. Ha più volte mostrato l’alto potenziale con varie vetture ed in casa userà la Fabia Alessandro Casella che avrà alle note David Arlotta, mentre l’esperto driver di Sant’Angelo di Brolo Carmelo Galipò, tornato al volante quest’anno dopo alcune stagioni di stop, navigato dal concittadino Tino Pintaudi. Tra le vetture Super 2000 svetta il nome del messinese della Sunbeam Motorsport Salvatore Armaleo che avrà come sempre al fianco la figlia Claudia sulla Peugeot 207, stessa vettura per i tenaci agrigentini Gabriele Morreale e Giuseppe Patti, come per il sempre agguerrito nisseno Roberto Lombardo. In Super 1600, dove sono schierate 5 Renault Clio, ci saranno l’incisivo gioiosano Carmelo Molica, l’esperto pilota di San Piero Patti Giusepep Schepisi e il bravo messinese Andrea Nastasi. Mitsubishi Lancer per il corleonese Renato Di Miceli navigato dalla trapanese Anna Ranno e l’agrigentino Giuseppe Cacciatore che avrà alle note la santateresina Jessica Miuccio. Nella categoria R3, dove sono schierate le Renault Clio, rientro per il trapanese Bartolomeo Mistretta che sarà navigato da Sergio Scuderi, il driver di Rometta Giuseppe Messina e Antonino Armaleo a caccia di punti regionali. Per il 5° Rally Storico Tindari risaltano i nomi del gentleman cefaludese Mauro Lombardo su Porsche 911 di 3° Raggruppamento, su auto gemella altro cefaludese di lungo corso, Piero Vazzana, oltre al palermitano Pietro Tirone, sempre sulla 911 di Stoccarda ma di 4° Raggruppamento il palermitano “Gordon”. Per il 1° Raggruppamento sfida annunciata tra le BMW 2002 dei palermitani Angelo Diana e il giovane Pierluigi Fullone.

Le due giornate clou saranno sabato 16 e domenica 17 novembre, quando si accenderanno i motori delle auto da gara. Soltanto domenica 17 novembre alle 18 sul Lungomare Zuccarello di Patti Marina si conoscerà il nome dell’equipaggio che iscriverà il proprio nome nell’Albo D’Oro della gara che nel 2018 vide la vittoria del friulano Luca Rossetti navigato da Eleonora Mori, seguiti dai palermitani Totò Riolo e Gianfranco Rappa, con podio tutto Skoda Fabia R5, completato dal bravo duo di casa formato da Alessandro Casella e David Arlotta. Le prime tre edizioni della competizione hanno decretato il successo di Totò Riolo che ha vinto nel 2017, 2016 e 2015.
Top 5 4° Tindari Rally: 1. Rossetti – Mori (Skoda Fabia R5) in 41’30”7; 2. Riolo – Rappa (Skoda Fabia R5) a 43”5; 3. Casella – Arlotta (Skoda Fabia R5) a 1’26”0; 4. Profeta – Raccuia (Skoda Fabia R5) a 1’31”0; 5. Armaleo – Vercelli (Renault Clio S1600) a 4’12”3.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: