Al Cnr di Torretta Granitola è nato l’Osservatorio della biodiversità

laboratorio_cnr

CAMPOBELLO, 10 OTT – Nei laboratori dell’Istituto ambiente marino costiero del Cnr di Torretta Granitola è nato l’Osservatorio della biodiversità istituito dall’Assessorato regionale al territorio e ambiente. L’Osservatorio è nato nell’ambito di un accordo di programma quadro con Ispra, Arpa e lo stesso Cnr. La struttura che opera nei laboratori ospitati nell’ex tonnara di Torretta Granitola si occupa di inventariare la biodiversità marina della Sicilia di sviluppare le tecniche di monitoraggio utili alla gestione di specie ed habitat protetti. Questo con l’obiettivo di realizzare una base conoscitiva per consentire alla Regione di adempiere alle attività inerenti la biodiversità e alle raccomandazioni nazionali ed internazionali sulla sua conservazione. Ma l’Osservatorio si occuperà anche di realizzare un sistema informatico che consente di archiviare un insieme di informazioni sulla biodiversità siciliana rendendole disponibili tramite la realizzazione di un portale web. Il tutto per creare una banca dati utile non soltanto alla didattica ma anche ai visitatori adulti e ai turisti. Gli studi e i risultati consentiranno al meglio la programmazione territoriale ed ambientale della Regione ma anche di contribuire alla sensibilizzazione e all’educazione delle collettività sui temi della biodiversità e della sua conservazione, fornendo informazioni anche a livello globale. «Le attività per l’istituzione dell’Osservatorio sono state avviate nel 2013 – spiega il responsabile del progetto Mario Sprovieri – il progetto si articola in tre sotto progetti, ciascuno dei quali ha degli obiettivi specifici, che agiranno in maniera sinergica al fine di dare vita all’Osservatorio. Questo sotto progetto ha la finalità di creare una mappa marina e terrestre delle biodiversità in Sicilia. Insieme all’inventario si svilupperanno tecniche di monitoraggio utili alla gestione di specie ed habitat protetti. Il tutto per realizzare una base conoscitiva per consentire alla Regione di adempiere alle attività inerenti la biodiversità e alle raccomandazioni nazionali ed internazionali sulla sua conservazione. E’ un progetto che impegna risorse umane nella ricerca, nel monitoraggio e nelle attività di comunicazione. Moltissimi sono infatti i giovani che, affiancando i ricercatori e i tecnici impegnati nel progetto, stanno collaborando con l’obiettivo di monitorare la salute degli ecosistemi – dice ancora Sprovieri – supportare le decisioni nella pianificazione, programmazione e gestione territoriale ed ambientale, informare, comunicare e divulgare per contribuire alla sensibilizzazione e all’educazione delle collettività sui temi della biodiversità e della sua conservazione, fornendo informazioni anche a livello globale».

Max Firreri

[useful_banner_manager banners=4 count=1]

7 pensieri riguardo “Al Cnr di Torretta Granitola è nato l’Osservatorio della biodiversità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: